Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso.    Pi¨ informazioni  

 Ok 
 
Pari e Uguali aps
Associazione di promozione sociale per diffondere una cultura di paritÓ
 


N° 010/2020  
FONTE: Redazione GIORNO E DATA: mercoledì 25 novembre 2020
PAGINA: N/D AUTORE: Rodolfo Balena

                                          

 

La conferma delle donne
 

            L’affermazione di tante donne nella politica, nella scienza e nell’educazione.


Senz’altro, a mio giudizio, il COVID-19 è l’evento più importante che ci sia capitato negli ultimi decenni, anche se in negativo. La presenza di questo perfido virus ha sconvolto non poco le nostre esistenze, coinvolgendo milioni persone in tutto il mondo. Come affrontarlo? Riusciremo a sconfiggerlo? Potremo controllarlo? O dovremo rassegnarci a convivere con la sua subdola presenza?
Tante altre cose sfuggono al nostro controllo e provocano effetti e conseguenze che non avevamo potuto immaginare.
In occasione del giorno dedicato contro il femminicidio esprimiamo tutta la nostra disapprovazione per questa situazione e ci dedicheremo per collaborare alla sua eliminazione.
ricordo del sacrificio delle sorelle Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal, uccise dagli agenti del dittatore Rafael Leonidas Trujillo in Repubblica Dominicana, il triplice omicidio ha avuto motivi prettamente politici.
L’elezione del Presidente statunitense è una di quelle, molto probabilmente il nuovo presidente sarà Joe Biden, il secondo presidente cattolico degli USA, la cosa in se stessa non ha molto importanza, se non per la designazione e, sulla scia del successo, della votazione del vice presidente, anzi la prima vice presidente donna: Kamala Harris, americana figlia di un giamaicano e di un’indiana (dell’India), il suo nome forse vuol dire camelia, pronunciato in hindi (कमीलया) kamilia, non so in altre lingue affini all’hindi come si pronuncia.
Indipendentemente da come si chiama la vice presidente e dl significato che possa avere il suo nome, l’importanza di questa elezione è immensamente grande.
Kamala Harris è la prima donna a diventare vice presidente USA, carica nella quale è fallita Hilary Clinton alla quale era stato preferito, proprio, Joe Biden come vice di Barak Obama. Potenzialmente, potrebbe diventare anche la prima donna presidente, qualora la carica del presidente Biden dovesse essere vacante, per qualsiasi motivo, anche in caso di vacanza prima dell’insediamento, infatti se il presidente eletto muore prima del 20 gennaio il XXI emendamento indica che il vice presidente eletto diventa presidente.
In tanti esultano per lasconfitta di DonaldTrump, dal mio pnto di vista dovrebbero esultare per la possbilità di Kamala Harris di diventare presidente. Certamente, se ciò non avverà entro i prossimi quattro anni la prossima campagna elettorale del 2024 sarebbe alquanto impegnativa per molteplici ragioni, dando per scontato che Joe Biden no sia più disponibile per ragioni anagrafiche, primo è ottenere l’investitura da parte dei Democratici (quella di Hillay Clinton non era molto condivisa), quindi reperire i finanziamenti, terzo affrontare la campagna elettorale.
Kamala Harris ha una forte personalità e può affrontare questi impegni con decisione, sia nelle vesti di presidente uscente, sia come candidata presidente, cosa non ultima è agli americani più simpatica di Hillary Clinton, cosa, questa, molto più facile.
Dobbiamo ricordare anche Nancy Patricia Pelosi, nata D’Alesandro, è una politica statunitense. Presidente della Camera dei rappresentanti nuovamente dal 2019, è stata la prima donna, prima californiana e prima italoamericana a ricoprire questa carica. In caso di duplice vacanza del Presidente e della vicepresidente eletti sarebbe lei il nuovo Presidente degli USA.
Prima di lasciare il Nuovo Mondo è bene ricordare che Biden ha intenzione di nominare Janet Yellen alla guida del Tesoro americano.
Nell’Unione Europea sono state nominate di recente Ursula von der Leyen presidente della Commissione Europea, Christine Lagarde presidente della Banca Centrale Europea.
Ricordiamo la recentissima elezione a Presidente della Repubblica di Moldavia Primo Ministro Maia Sandu.
In Italia abbiamo Presidente del Senato l’avvocato aria Elisabetta Alberti Casellati, la seconda carica istituzionale della Repubblica Italiana, facenti funzioni del Presidente in caso di suo impedimento.
Eletta una donna è rettrice dell’Università La Sapienza di Roma, la più grande università d’Europa, fondata nel 1303, che ne fa una delle più antiche del mondo, con 11 facoltà, 120 mila studenti ogni anno di cui ottomila stranieri, e oltre 4.700 tra professori e ricercatori (al netto degli amministrativi).
Non è stato un percorso semplice quello di Antonella Polimeni, aveva una fronda ben nutrita, anche a medicina, contraria alla sua elezione. Che però non ce l’ha fatta ad avere la meglio.
Per la prima volta nella sua storia, la Polizia ha un vice capo donna: è il prefetto Maria Luisa Pellizzari, nominata dal Consiglio dei ministri, vice capo vicario della Polizia. Pellizzari, la cui nomina è stata voluta dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e dal capo della Polizia Franco Gabrielli, è stata anche la prima donna a dirigere il Servizio centrale operativo, l’eccellenza investigativa del Corpo, e attualmente era alla guida degli istituti di istruzione.
A livello mondiale volgiamo un pensiero alle due Premio Nobel 2020 per la chimica a Emmanuelle Charpentier e Jennifer A. Doudna
Quanto ci vorrà per una vera ed efficace parità? Probabilmente ancora tantissimi anni, ma ogni anno, ogni mese e ogni giorno sarà più facile e, se collaboriamo tutti, sarà facilissimo.
Per questo breve articolo abbiamo deciso di abbinare la foto di un ritratto considerato il più bel viso di donna.

 

 

 

 

 

    PER SCARICARE IL PDF CLICCARE QUI

 

 

 

Commenti